Ernst Abbe (1840 - 1905)

DESCRIZIONE DEL MICROSCOPIO OTTICO
STORIA DEL MICROSCOPIO
Fra gli studiosi ci sono pareri discordanti sulle origini del microscopio.
Facendo qualche passo indietro, per delineare l’iter che portò alla definizione e realizzazione del microscopio dovremo addirittura ricordare Seneca e Plinio Il Vecchio i quali nelle loro scritture parlano di “lenti di ingrandimento” (piu’ strati di cristallo) ma probabilmente non venivano impiegati abitualmente.
Il primo occhiale da vista venne brevettato a Firenze verso la fine del 1200. Nel 1608, Hans Lippershey, brevettò il primo telescopio segnalando nei suoi studi anche le variazioni che si potevano utilizzare ed applicare allo strumento per ingrandire gli oggetti a breve distanza.
Galileo che non solo mise a punto lo strumento di Lippershey ma realizzò “gli occhialini” prototipo del microscopio. La paternità del microscopio è contesa anche fra Francesco Fontana, i fratelli occhialai olandesi Jansen, Robert Hooke e Antonie van Leeuwenhoek.