FLORA
Bellissimo olio su pannello realizzato da Arcimboldo intorno al 1591. Particolarissimo ritratto.
VERTUNNO
Nel 1562 Arcimboldo si trasferisce a Vienna come pittore di corte per gli imperatori Ferdinando I ,Massimiliano II, e Rodolfo II, ed proprio quest'ultimo ad ispirargli il ritratto denominato Vertunno. L'imperatore impersona Vertunno che, presso gli antichi romani, era il Dio delle vegetazione e dei cambiamenti. La figura composta da fiori frutti e verdure varie che rappresentano al contempo le quattro stagioni.
I RITRATTI
Raffigurazioni allegoriche di alcuni mestieri. I volti vengono realizzati da Arcinboldo utilizzando elementi propri del mestiere raffigurato. Interessanti i due reversibili del Cuoco e dell'Ortolano. Olio su pannello, realizzati fra il 1560 ed il 1590, il Cuoco fa parte di una collezione privata, l'Ortolano si trova nel Museo Civico di Cremona, il Bibliotecario fa parte della Collezione Von Essen mentre in Giurista custodito al Konstsamlingar Gripsholm Slott in Svezia.
GLI ELEMENTI - ARIA TERRA FUOCO ACQUA
Come per le rappresentazioni delle stagioni, l'artista realizza questi quattro ritratti raffiguranti gli elementi terra, acqua, fuoco ed aria. Per quanto riguarda la tecnica utilizzata, la terra, il fuoco e l'acqua sono olio su pannellomentre l'aria olio su tela. Realizzate fra il 1566 ed il 1570. L'aria si trova al Museo del Louvre di Parigi, mentre il fuoco e l'acqua al Gemaldegalerie Kunsthistorisches Museum di Vienna. La terra fa parte di una collezione privata.
LE STAGIONI - AUTUNNO PRIMAVERA ESTATE INVERNO
Composizioni antropomorfe ottenute con l'assemblaggio di elementi tipici delle stagioni che si combinano magicamente a formare un profilo. Le stagioni sono disposte simmetricamente due a due come a sottolineare una loro correlazione(1573).